I nostri servizi

sportello informAlzheimer

sportello informAlzheimer

Lo Sportello Alzheimer è aperto il lunedì mattina dalle ore 11.30 alle ore 13.30, in via Molise 13.

L’accesso è gratuito, previo appuntamento telefonando allo 039.2005091.

Gratuitamente si può avere un colloquio con la geriatra e con la psicologa che operano al centro diurno.

È nato a Monza nel febbraio 2012 lo Sportello Alzheimer, presidio pensato per sostenere i famigliari delle circa 1200 persone in città affette da questo morbo. Si tratta di un nuovo servizio studiato per essere un punto di raccordo con il Servizio Sociale del Comune e tutte le realtà pubbliche e del privato sociale coinvolte in questo settore. Il nuovo sportello sarà quindi disponibile per ottenere informazioni e consulenze.
Il nuovo presidio è gestito dall’Associazione Alzheimer Monza e Brianza, che già guida due centri diurni dedicati ai malati, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Nuovo Solco e con l’Assessorato alla Famiglia e alle Politiche Sociali del Comune di Monza.

Lo sportello, che fa parte dei 37 presidi dell’Accesso al Welfare, è dedicato ai malati o ai famigliari di persone affette dal morbo di Alzheimer o di altro tipo di demenza con diagnosi già effettuata in ambiente specialistico o in attesa di accertamento e offre: consulenza geriatrica per approfondimenti nella conoscenza della patologia e delle sue conseguenze, consulenza psicologica per le difficoltà psicoemotive che investono chi si occupa del malato e indicazioni pratiche nella gestione quotidiana del malato e nell’utilizzo delle risorse territoriali e sociali disponibili.

“Se a Monza sono circa 1200 i malati di Alzheimer” – afferma l’Assessore ai Servizi Sociali Pierfranco Maffè – nella provincia MB si contano circa 8 mila persone affette da questo morbo o da altri tipi di demenza. Ecco allora che il nuovo sportello dedicato assume un ruolo importante nella gestione di questo genere di malattia. Si tratta di un aiuto che viene dato ai famigliari per ottenere indicazioni, consigli e consulenze nell’assistenza dei malati. Se infatti l’aiuto di una persona affetta da Alzheimer comporta un impegno gravoso, per i famigliari spesso è anche difficile comprendere le varie fasi della malattia e trovare interlocutori preparati a cui rivolgersi.

Un grazie sincero va all’Associazione Alzheimer Monza e Brianza per l’impegno prezioso e per il lavoro quotidiano rivolto alle persone che nel nostro territorio giorno dopo giorno affrontano le problematiche e le difficoltà dovute a questo genere di malattia”.